martedì 15 giugno 2010

De Donno: La trattativa fu gestita da lobby economico-politiche

Sembrano essere passate del tutto inosservate le dichiarazioni rilasciate qualche giorno fa dall’ex capitano del ROS Giuseppe De Donno, che, per la prima volta, in esclusiva, ha deciso di apparire in televisione e raccontare la sua verità sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia. E’ successo durante la trasmissione “Complotti”, diretta da Giuseppe Cruciani e andata in onda l’8 giugno su La7 poco prima di mezzanotte. Un’ora intensa di testimonianze appassionate e ricostruzioni dettagliate, direttamente dalle parole di testimoni d’eccezione. Tra questi, appunto, l’ex capitano De Donno, braccio destro dell’allora colonnello Mario Mori, recentemente indicato da Massimo Ciancimino come uomo chiave della trattativa che avrebbe visto protagonisti da un lato i Carabinieri del ROS e dall’altro l’ex sindaco mafioso di Palermo Vito Ciancimino. Don Vito, ha raccontato in aula il figlio Massimo, avrebbe rappresentato (a cavallo tra la strage di Capaci e quella di Via D’Amelio fino al suo arresto avvenuto a fine dicembre ’92) gli interessi dei capi corleonesi di Cosa Nostra, Salvatore Riina prima e Bernardo Provenzano poi. Sul piatto, Riina avrebbe messo la revisione del maxiprocesso, la revoca del carcere duro e della confisca dei beni per i mafiosi (più tutta una serie di altre richieste secondarie stilate nel famoso papello) in cambio della cessazione della strategia stragista.

Massimo Ciancimino ha raccontato che gli incontri tra suo padre e il capitano De Donno iniziarono una decina di giorni dopo Capaci e proseguirono, in successione, sia prima che dopo Via D’Amelio. Cosa racconta De Donno in proposito? Esattamente quello che ha raccontato Massimo Ciancimino, né più né meno.


Ascoltiamolo: “Subito dopo la strage di Capaci (l’omicidio del dottor Falcone) io incontro Massimo (Ciancimino, nda) in aereo e gli chiedo di poter avere un contatto con suo padre per poter ottenere delle indicazioni utili alla nostre attività di contrasto a Cosa Nostra e Massimo mi dice che avrebbe rappresentato al padre questa mia richiesta e che mi avrebbe fatto sapere. Da lì poi nacque il rapporto con Vito Calogero Ciancimino.”



Strano, perché i primi a definire questi contatti con il termine di “trattativa” erano stati proprio Mori e De Donno, durante la loro deposizione nel processo per la strage dei Georgofili. Raccontando i propri incontri con Vito Ciancimino dinanzi alla Corte d’Assise di Firenze, il 27 gennaio 1998 Mori aveva rivelato: “Allora, (Ciancimino, nda) dice: 'Io ho preso contatto, tramite intermediario (dr. Antonino Cinà, nda), con questi signori qua (i Corleonesi, nda), ma loro sono scettici perché voi che volete, che rappresentate?' Noi non rappresentavamo nulla, se non gli ufficiali di Polizia Giudiziaria che eravamo, che cercavano di arrivare alla cattura di qualche latitante, come minimo. Ma certo non gli potevo dire che rappresentavo solo me stesso... Allora gli dissi: 'Lei non si preoccupi, lei vada avanti'. Lui capì a modo suo, fece finta di capire e comunque andò avanti. E restammo d'accordo che volevamo sviluppare questa trattativa.” E ancora: “Ciancimino mi disse: ‘Guardi, quelli accettano la trattativa, le precondizioni sono che l'intermediario sono io, Ciancimino, e che la trattativa si svolga all'estero. Voi che offrite in cambio?’ Io risposi: ‘Beh, noi offriamo questo. I vari Riina, Provenzano e soci si costituiscono e lo Stato tratterà bene loro e le loro famiglie’.” E infine: “Io pensavo, e ritengo di averlo espresso questo concetto, che Ciancimino avrebbe tirato alla lunga questa trattativa per vedere in effetti noi che cosa gli potevamo offrire come persona, non come soggetto inserito in una organizzazione.


Dello stesso tenore, ed anzi perfino più esplicite, erano state, allora, le dichiarazioni di De Donno: “Gli proponemmo (a Ciancimino, nda) di farsi tramite, per nostro conto, di una presa di contatto con gli esponenti dell'organizzazione mafiosa di Cosa nostra al fine di trovare un punto di incontro, un punto di dialogo finalizzato alla immediata cessazione di quest'attività di contrasto netto, stragista nei confronti dello Stato. E Ciancimino accettò. (...) Gli facemmo intendere che noi, nella trattativa, eravamo lì in veste di rappresentanti dello Stato”.

Oggi invece De Donno appare in televisione mantenendo un profilo decisamente più basso e negando in modo assoluto l’esistenza di trattative segrete: “Non esisteva nessuna trattativa. Lui (Ciancimino, nda) potrebbe aver compreso che il nostro fine ultimo era una discussione con Cosa Nostra che, ribadisco, non era assolutamente mai stata presa in considerazione come obiettivo del nostro lavoro. Gli chiediamo che i capi di Cosa Nostra si consegnino alla giustizia ottenendo in cambio un trattamento equo nei processi e un buon trattamento per le famiglie. Quindi gli chiediamo sostanzialmente una resa di Cosa Nostra allo Stato.”


Guai dunque a chiamarla trattativa. Era semmai una richiesta perentoria di resa totale di Cosa Nostra. Richiesta che, tra l’altro, appare alquanto audace e lascia non pochi dubbi e perplessità. Come poteva uno Stato, che in quel periodo era “in ginocchio”, secondo la definizione dello stesso Mori, presentarsi dai capi di Cosa Nostra in una posizione di forza chiedendone addirittura la consegna incondizionata? Perchè mai Cosa Nostra, nel suo periodo di massima potenza militare, avrebbe dovuto accettare una proposta simile in cambio, sostanzialmente, di nulla? Che senso aveva una richiesta del genere?


Sono dubbi sollevati anche dalla corte di assise di Firenze nel processo per la strage di via dei Georgofili: "Allo stato, infatti, non v’è nulla che faccia supporre come non veritiere le dichiarazioni dei due testi qualificati sopra menzionati (il gen. Mori ed il col. De Donno, ndr), salvo alcuni contraddizioni logiche ravvisabili nel loro racconto (non si comprende, infatti, come sia potuto accadere che lo Stato, “in ginocchio” nel 1992 - secondo le parole del gen. Mori - si sia potuto presentare a “cosa nostra” per chiederne la resa; non si comprende come Ciancimino, controparte in una trattativa fino al 18-10-92, si sia trasformato, dopo pochi giorni, in confidente dei Carabinieri; non si comprende come il gen. Mori e il cap. De Donno siano rimasti sorpresi per una richiesta di “Show down”, giunta, a quanto appare logico ritenere, addirittura in ritardo" (motivazioni sentenza di primo grado del processo per la strage di via dei Georgofili a Firenze, 6 giugno 1998).

Ma la prudenza di De Donno nel merito non può stupire più di tanto. Sia lui che Mori, a seguito delle rivelazioni di Massimo Ciancimino, sono stati da poco iscritti nel registro degli indagati dalla Procura della Repubblica di Palermo con l’accusa di violenza o minaccia a un corpo politico amministrativo. E’ chiaro che a questo punto le parole diventano pesanti come macigni. E per questo, De Donno non retrocede di un millimetro dalla versione ufficiale: l’entrata in scena di Mori sarebbe successiva alla strage di Via D’Amelio. Per la precisione, il pomeriggio del 5 agosto 1992. Spiega l’ex capitano del ROS: “La strage di Via D’Amelio produce in Vito Calogero Ciancimino la decisione di passare a vie di fatto, cioè di iniziare a collaborare seriamente con noi. Quando io colsi che lui aveva questa sensazione alzai il tiro e introdussi il colonnello Mori. Il primo incontro tra Vito Calogero Ciancimino, il colonnello Mori e me avviene il 5 agosto del ’92, poi quello successivo, a cui partecipa il colonnello Mori, è a fine agosto ’92 e di lì in successione fino ad ottobre.”


Tralasciando il fatto che il nesso tra la strage di Via D’Amelio e l’intenzione di collaborare da parte di Ciancimino non appare del tutto chiaro, la partita, ormai, da tempo si gioca quasi esclusivamente su questa data, 5 agosto 1992, sedici giorni dopo la strage di Via D’Amelio. Massimo Ciancimino ha invece dichiarato che Mori avrebbe partecipato fin da subito agli incontri con suo padre. “Almeno due o tre volte” prima del 19 luglio 1992. La cosa non è di poco conto. E’ chiaro che, nella ricostruzione degli avvenimenti, far intervenire Mori dopo la strage di Via D’Amelio ha un significato ben preciso: significa derubricare i primi contatti tra De Donno e Ciancimino a semplici abboccamenti, a tentativi di dialogo, nulla più. Significa quindi allontanare dalle spalle degli ufficiali del ROS quel gravoso fardello di un’iniziativa, l’avvio di una “trattativa”, che è stata indicata dalla sentenza BORSELLINO BIS come una delle cause esterne a Cosa Nostra dalle cui dipese la brusca accelerazione della fase esecutiva della strage di via D’Amelio: "Al di là delle buone intenzioni dei carabinieri che vi hanno preso parte, chi decise la strage dovette porsi il problema del significato da attribuire a quella mossa di rappresentanti dello Stato; il significato che vi venne attribuito, nella complessa partita che si era avviata, fu che il gioco al rialzo poteva essere pagante" (motivazioni sentenza d’appello BORSELLINO BIS sulla strage di via D’Amelio, 18 marzo 2002). Ecco perché, nonostante Massimo Ciancimino abbia testimoniato in senso assolutamente contrario, raccontando che anzi il padre si sentiva moralmente responsabile della morte del giudice (“Con questa gente non si doveva trattare”), le dichiarazioni di De Donno non possono stupire, perché in linea con la tesi difensiva da sempre strenuamente sostenuta.


Ciò che lascia un po’ perplessi, invece, è il riferimento al rapporto padre-figlio che De Donno fa subito dopo, parlando di Massimo: “Massimo Ciancimino non ha avuto nessun ruolo tranne quello di o portarci il caffè quando eravamo a colloquio con il padre o quello di contattarmi per dirmi che il padre voleva vedermi. Ma il padre, le dirò di più, non aveva assolutamente nessuna fiducia nei confronti di Massimo Ciancimino e, rispettando questa consegna, io non ho mai parlato con Massimo Ciancimino neanche negli altri incontri di quello che stavamo facendo con il padre.”


In realtà, nulla di quanto dice De Donno intacca di un solo millimetro la ricostruzione di Massimo Ciancimino, il quale non ha mai dichiarato di avere avuto un qualche ruolo importante negli incontri tra suo padre e gli ufficiali del ROS, ha riferito correttamente di non aver mai partecipato a quegli incontri ma di averli semplicemente organizzati, e ha raccontato che il padre gli parlò dei contenuti di quegli incontri sono molti anni più tardi. Vito Ciancimino non aveva nessuna fiducia nel figlio? Può darsi. Anche se, allora, appare molto strano il fatto che Massimo sia stato, a detta anche di tutti gli altri quattro fratelli maggiori, la persona da sempre più vicina e legata al padre, con cui aveva iniziato a scrivere pure un libro che avrebbe raccolto tutte le sue memorie. E d’altra parte non si vede come questo dato, ancorché fosse vero, possa minare l’attendibilità di Ciancimino jr. L’argomentazione di De Donno, in questo caso, appare decisamente debole.


Così come non pare di sostanziale importanza il fatto che De Donno ribadisca di non aver mai saputo nulla del famigerato papello: “Io non ho mai visto il papello, non ha mai visto il papello il colonnello Mori e non ci è stato mai mostrato nessun papello da Vito Calogero Ciancimino. Le dirò di più. Vito Calogero Ciancimino nei nostri incontri non ha mai parlato dell’esistenza di un papello.” A voler prendere le parole di De Donno alla lettera, questa precisazione non escluderebbe che Vito Ciancimino abbia potuto parlare ai Carabinieri dei contenuti del papello senza fare alcun riferimento al pezzo di carta in sé. Ciò che conta, è ovvio, è ciò che Don Vito ha effettivamente raccontato agli ufficiali e come ha risposto alla domanda postagli dal colonnello Mori: “Ma signor Ciancimino, ma cos'è questa storia qua? Ormai c'è muro contro muro. Da una parte c'è Cosa Nostra, dall'altra parte c'è lo Stato. Ma non si può parlare con questa gente?”.

Capire se sia esistito davvero questo famoso papello, della cui esistenza tra l’altro parlò per primo Giovanni Brusca in tempi non sospetti, o se sia autentica la copia consegnata da Massimo Ciancimino ai magistrati di Palermo su cui è scritto esplicitamente in stampatello “CONSEGNATO PERSONALMENTE AL COLONNELLO DEL ROS MARIO MORI”, diventerebbe semplicemente una nota di colore nel caso in cui venisse dimostrato che una trattativa precisa, articolata e continuata tra pezzi dello Stato e i capi di Cosa Nostra effettivamente c’è stata. Sarebbe solo l’ultimo tassello di un puzzle fin troppo chiaro. Nulla aggiunge e nulla toglie dunque questa negazione di De Donno. Il problema non è il papello in sé. Il problema è se, dei contenuti che sarebbero stati presenti nel papello, si sia parlato o meno.


Se dunque, fino a questo punto, le dichiarazioni di De Donno, lungi dallo smentire la dettagliata ricostruzione offerta da Massimo Ciancimino ai magistrati di Palermo, possono apparire abbastanza scontate e in linea con la tesi difensiva da sempre sostenuta, è il finale dell’intervista a lasciare completamente spiazzati. De Donno la butta lì, come fosse una cosa da nulla, quasi fosse ovvio e risaputo. E lo fa soppesando ancor di più le parole, cercando l’aggettivo giusto, addirittura l’avverbio adatto, quello che possa rendere la frase più esatta possibile. Ma quello che dice è devastante. Lo scenario che prospetta non può che destare sconcerto.

Dice: “Noi ci inseriamo inconsapevolmente in un terreno estremamente minato sconoscendo, chiaramente, che, verosimilmente, qualcuno stava discutendo realmente con Cosa Nostra e non per gli stessi obiettivi che noi perseguivamo. Se trattativa esisteva, probabilmente era condotta da qualche parte, sicuramente politica o rappresentativa di alcuni interessi economici di lobby, che però era realmente in grado di mantenere eventuali promesse."


E’ necessario rileggere il tutto lentamente, parola per parola, per comprendere appieno quello che il capitano ha voluto dire, il messaggio che ha voluto lanciare. Gli avverbi, pesantemente reiterati, raccontano più delle parole stesse. Noi ci inseriamo inconsapevolmente. “Inconsapevolmente”. De Donno ci sta dicendo che l’idea del ROS di avvicinare Ciancimino fu qualcosa di assolutamente spontaneo, quasi ingenuo. Non avevano idea di essersi addentrati in un terreno “estremamente” minato, come se decidere di mettersi a parlare con i capi corleonesi per intermediazione di Vito Ciancimino fosse la cosa più naturale e scontata che i due ufficiali dei Carabinieri potessero fare in quel momento. “Sconoscendo, chiaramente, che, verosimilmente, qualcuno stava discutendo realmente”. Le parole soppesate come macigni. Traduzione: è ovvio, dice De Donno, che loro non potessero sapere che, invece, alle loro spalle c’era qualcun altro che portava avanti la trattativa ad un livello superiore e con obiettivi differenti. E’ ovvio? Dunque la trattativa ci fu e fu gestita addirittura da apparati superiori? Beh, se non fosse già abbastanza chiaro, De Donno lo spiega senza mezzi termini: “Se trattativa esisteva, probabilmente era condotta da qualche parte, sicuramente politica o rappresentativa di alcuni interessi economici di lobby”.


Tra un “probabilmente”, un “sicuramente” e un “verosimilmente”, De Donno lascia cadere la bomba. Se una trattativa vera e propria ci fu, questa la sua ipotesi, essa fu gestita da interessi politico-affaristici, con i quali i ROS non hanno mai avuto a che fare. Anzi, i ROS si trovarono semplicemente in mezzo, “inconsapevolmente”, in un gioco più grande di loro. Come a dire: dopo gli ultimi sviluppi di indagine, tenendo conto anche delle dichiarazioni incrociate di Massimo Ciancimino, dell’ex ministro di Grazia e Giustizia Claudio Martelli, dell’ex presidente della Commissione Antimafia Luciano Violante, dell’ex direttore degli Affari Penali Liliana Ferraro, dell’ex segretario generale presso la Presidenza del Consiglio Fernanda Contri, fino ad arrivare alle ultime esternazioni del procuratore nazionale antimafia Piero Grasso, sarà difficile continuare a smentire l’esistenza di una trattativa, ma chi di dovere sappia che le responsabilità vanno cercate altrove. Chi ha orecchie per intendere, intenda.

E nell’attesa di capire se questa nuova teoria, alquanto audace per la verità, della “doppia-trattativa”, una condotta dal ROS con fini nobili e una condotta parallelamente da imprecisate lobby di potere con fini eversivi, possa avere un qualche senso logico, la palla avvelenata viene rimbalzata prepotentemente lontano dal ROS. E anche se la notizia non ha avuto la necessaria eco mediatica, siamo certi che coloro ai quali il messaggio di De Donno era diretto, in questo momento staranno già pensando a come raccogliere e ributtare indietro quella palla. Possibilmente senza farsi troppo male.

19 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono molto interessanti i tuoi post, Federico, sempre molto documentati.
Tra i blog che frequento io c'è anche quello di Stefano Montanari, scienziato a cui è stato scippato il microscopio proprio da BeppeGrillo....

Gemma

Anonimo ha detto...

Scusa, dimenticavo:
anche il blog di Paolo Franceschetti e poi quello di Massimo Mazzucco (luogo comune): se volessi darci uno sguardo...

Gemma

Anonimo ha detto...

Un piccolo rimbrotto. tu scrivi :
< Capire se sia esistito davvero questo famoso papello, della cui esistenza tra l’altro parlò per primo Giovanni Brusca in tempi non sospetti, o se sia autentica la copia consegnata da Massimo Ciancimino ai magistrati di Palermo su cui è scritto esplicitamente in stampatello “CONSEGNATO PERSONALMENTE AL COLONNELLO DEL ROS MARIO MORI” >

Immagino che tu sappia che la scritta in stampatello che citi, e' su un post-it appiccicato sul papello. Non credi sarebbe opportuno specificarlo? Inoltre saprai sicuramente che la stessa scritta “CONSEGNATO PERSONALMENTE AL COLONNELLO DEL ROS MARIO MORI” compare nelle memorie di don Vito riferita alla bozza del suo libro, consegnato a mori a panda ed alla commissione antimafia.

LUIGI ROTUNNO. LA TORRE RESORT. PORTO SEGURO. QUERIDO BRASIUUU. ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
LUIGI ROTUNNO. LA TORRE RESORT. PORTO SEGURO. QUERIDO BRASIUUU. ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
ANDREAS NIGG BANK VONTOBEL ZURICH ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
ANDREAS NIGG BANK VONTOBEL ZURICH ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
GIULIANO URBANI. BRICKSTONE FUNDS AND DOMINA VACANZE. ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
GIULIANO URBANI. BRICKSTONE FUNDS AND DOMINA VACANZE. ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
ANDREAS NIGG BANK VONTOBEL ZURICH ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
ANDREAS NIGG BANK VONTOBEL ZURICH ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Ciro Sciacqualaquaglia WallStreet New York - Naples ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Ciro Sciacqualaquaglia WallStreet New York - Naples ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
ANTONIO BINNI - GRAN MAESTRO - GRAN LOGGIA D'ITALIA ha detto...

ATTENZIONE MASSIMA AD AVVOCATO ASSASSINO E PEDOFILO DANIELE MINOTTI DI GENOVA E RAPALLO, PURE SU FACEBOOK! MASSONE LAVA CASH MAFIOSO! AGENTE SEGRETO DI TIPO OMICIDA! FINO A POCHE SETTIMANE FA SGOZZAVA LA DEMOCRAZIA COI MASSONI CRIMINALI PAOLO BARRAI, GIULIO OCCHIONERO E...

NON MOSTRATE MAI I VOSTRI FIGLI AL PEDOFIL-O-MOSESSUALE ASSASSINO DANIELE MINOTTI (AVVOCATO PERICOLOSISSIMAMENTE PEDERASTA DI GENOVA E RAPALLO, PURE SU FACEBOOK: OLTRE CHE MEGA LAVA CASH MAFIOSO, NAZIRAZZISTA, AGENTE SEGRETO IN COPERTO DI TIPO OMICIDA)! FACEVA PARTE DI SETTA DI SATANISTI INCULA BAMBINI CON I DEPRAVATISSIMI LUCIFERINI PAZZI GIULIANO FERRARA ED ANSELMA DEL'OLIO ( " PAZZI MA NON SCEMI", COME SI USAN DEFINIRE). OLTRE CHE CON L'ARRESTATO REGISTA PEDOFILO GIUSEPPE LAZZARI. IL GIA' TRE VOLTE IN GALERA PAOLO BARRAI DEL BLOG MERCATO "MERDATO" LIBERO. ED IL PARIMENTI NOTO PEDOFIL-O-MOSESSUALE CLAUDIO CERASA DI TWITTER ED IL FOGLIO... FOGLIO, SI, MA DA USARSI SOLO E SEMPRE PER PULIRSI IL DI DIETRO SE SENZA CARTA IGIENICA IN CASA (BUT OCHO..E' INFETTATO DI COSA NOSTRA, CAMORRA, NDRANGHETA, NAZISMO E NUOVA P2)! E VISTO CHE ABBIAMO CITATO COSA NOSTRA.. DETTO PEDERASTA PALERMITANO DI CLAUDIO CERASA E' AFFILIATO DA ANNI A COSA NOSTRA: FAMIGLIA CIMINNA, MANDAMENTO DI CACCAMO!
1
INCULA TANTI BAMBINI L’AVVOCATO PEDOFILO E NAZISTA DANIELE MINOTTI DI RAPALLO (PURE SU FACEBOOK)! NON MOSTRATEGLI MAI I VOSTRI FIGLI! RICICLA ANCHE MOLTI SOLDI MAFIOSI! E’ PURE UN AGENTE SEGRETO IN COPERTO DI TIPO ASSASSINO! VICINO AI PUZZONI TERRORISTI DI ESTREMA DESTRA, CREANTI NUOVE OVRA E GESTAPO, DI CARATTERE TECNOLOGICO E MILITARE, SCHIFOSI MASSONI NAZISTI, SCHIFOSI MASSO-NA-ZISTI UBALDO LIVOLSI, GIULIO OCCHIONERO E FRANCESCA OCCHIONERO (IL PRIMO DI CRIMINALISSIME LIVOLSI-IAQUINTA & PARTNERS E LIVOLSI AND PARTNERS... GLI ULTIMI DUE, ORA, IN GATTABUIA, SPERIAMO, AL PIU' PRESTO, RAGGIUNTI ANCHE DAL PRIMO, CHE HA IN GOPPA, NON PER NIENTE, GIA' UNA MEGA CONDANNA A GALERA PER IL FALLIMENTO FINPART
http://www.romacapitale.net/politica/34-politica/14277-cyberspionaggio-da-renzi-a-monti-a-draghi.html
http://www.pmli.it/articoli/2017/20170118_03L_Occhionero.html
https://interestingpress.blogspot.pt/2017/01/lingegnere-e-la-maratoneta-la-rete-di.html
http://www.ilpost.it/2017/01/11/inchiesta-cyberspionaggio-occhionero-roma/
http://jenkins-ci.361315.n4.nabble.com/VERME-SCHIFOSO-UBALDO-LIVOLSI-OCCHIONERO-FININVEST-DOVREBBE-ESSERE-IN-GALERA-ORA-A-CIUCCIARE-IL-CAZZ-td4895912.html )
COMPLIMENTI VIVISSIMI AL VERO UOMO DI STATO, ROBERTO DI LEGAMI, CHE DAL SCHIFOSISSIMAMENTE NAZISTA E PRO COSA NOSTRA, NONCHE' PARTE DI VERMINOSA NUOVA P2, POLIZIOTTO VOMITEVOLMENTE BERLU-S-MAZZETTATO E BERLUS-C-ORROTTO FRANCO GABRIELLI, E' STATO DESTITUITO DAL PROPRIO LAVORO, IN QUANTO "SI E' AZZARDATO" A SALVARE LA DEMOCRAZIA!!!
http://notizie.tiscali.it/cronaca/articoli/occhionero-massoneria-gabrielli/
VERGOGNA E STRA VERGOGNA, TRATTASI DI ENNESIMO SGOZZAMENTO DI VALORI CHE PUZZA TANTISSIMO DI SPAPPOLA GIOVANNI FALCONE E PAOLO BOSELLINO, COMPRATORE DI GIUDICI A GOGO, PERVERTITISSIMO PEDOFILO SILVIO BERLUSCONI (CHE DA ANNI, NON PER NIENTE, ORGANIZZA NUOVE OVRA E GESTAPO ASSASSINE, PRIMA COI PORCI KILLER GAETANO SAYA E RICCARDO SINDOCA, POI COI PORCI KILLER GIULIANO TAVAROLI ED EMANUELE CIPRIANI, POI COI PORCI KILLER "POMPINARO" PIO POMPA, NICOLO' POLLARI E MARCO MANCINI..CHE, MAI DA DIMENTICARE, INTENDEVANO AMMAZZARE CHI "OSASSE" ESSERE NON BERLUSCONICCHIO, VIA "DISARTICOLAZIONI EFFETTUATTE ATTRAVERSO TRAUMI...KILLER"
http://www.veritagiustizia.it/old_rassegna_stampa/la_stampa_piano_traumatico_contro_la_sinistra.php
http://www.societacivile.it/focus/articoli_focus/sismi4.html
http://www.pmli.it/sismicolpivanemiciberlusconi.htm
ED ULTIMAMENTE COI PORCI KILLER UBALDO LIVOLSI, PAOLO BARRAI, DANIELE MINOTTI, FRANCESCA OCCHIONERO E GIULIO OCCHIONERO..ULTIMI DUE, ORA, IN CARCERE, SPERIAMO AL PIU' PRESTO, IN COMPAGNIA DI TUTTO IL RESTO CITATO DI NAZIGANG)!

ANTONIO BINNI - GRAN MAESTRO - GRAN LOGGIA D'ITALIA ha detto...

2
TORNIAMO IN OGNI CASO, ALL'EFFERATO ASSASSINO DANIELE MINOTTI, NOW AND STRA RIGHT NOW, PLEASE! AVVOCATO PEDOFILO DI GENOVA E RAPALLO, PURE SU FACEBOOK!
SUA LA SETTA DI SATANISTI, ANZI, SUA LA SETTA DI SATA-N-AZISTI STUPRA BAMBINI, CON DENTRO IL PARI PEDERASTA GIULIANO FERRARA!
E SPECIALMENTE IL PARI PEDERASTA CLAUDIO CERASA, NATO A PALERMO, AFFILIATO MAFIOSO DA ANNI (AFFILIATO MAFIOSO DA ANNI E PER QUESTO POSTO IN GOPPA AL FOGLIO..FOGLIO DA USARE PER PULIRSI IL CULO..BUT OCHO..E' INFESTATO DI NEONAZISMO, P2 E MAFIE DI MEZZO MONDO.. POSTO IN GOPPA AL FOGLIO DALL'EDITORE DI COSA NOSTRA NUMERO UNO AL MONDO, SILVIO BERLUSCONI... IL VISCIDO TOPO DI FOGNA E NOTO PEDOFILO CALUDIO CERASA, E' PARTE, E DA UN DECENNIO, DELLA FAMIGLIA MAFIOSA MEG-A-SSASSINA DEI CIMINNA, MANDAMENTO DI CACCAMO..POSTO IN GOPPA AL FOGLIO, POI, IN QUANTO AMANTE OMOSESSUALE DI GIULIANO FERRARA..E ABBIAMO ANCHE PARECCHIE FOTO A PROPOSITO).
COME PURE, IL PARI PEDERASTA PAOLO BARRAI DI CRIMINALISSIMA BLOCKCHAIN INVEST, CRIMINALISSIMA BIGBIT, CRIMINALISSIMA WMO SAGL LUGANO, CRIMINALISSIMA WORLD MAN OPPORTUNITIES LUGANO, CRIMINALISSIMA WMO SA PANAMA, CRIMINALISSIMA BSI ITALIA SRL DI VIA SOCRATE 26 A MILANO, CRIMINALISSIMO BLOG MERCATO LIBERO ALIAS "MERDATO" LIBERO (SU CUI TROVATE TUTTO, QUI https://it-it.facebook.com/public/Truffati-Da-Paolo-Barrai). ED IL PARI PEDERASTA STEFANO BASSI DI TORINO E DE IL GRANDE BLUFF. https://it-it.facebook.com/stefano.bassi.758 TUTT'UNO CON LA NDRANGHETA E DA DECENNI. CINTURA FRA LA ASSASSINI CALABRESI BASATI IN PIEMONTE, BEN NOTO SPAPPOLA MAGISTRATI E PEDOFILO SILVIO BERLUSCONI, OLTRE CHE LEGA LADRONA. LAVATRICE FINANZIARIA DEI KILLER NDRANGHETISTI CROTONESI DELLE FAMIGLIE VRENNA E MEGNA, VERI E PROPRI PADRONI DI TORINO.

PER NON PARLARE DEL PARI PEDERASTA E MEGA RICICLA SOLDI MAFIOSI PAOLO CARDENA' DI CRIMINALISSIMO BLOG VINCITORI E VINTI (SEMPRE A LAVARE CASH ASSASSINO, SPECIE DEI MAFIOSI CRISAFULLI DI MILANO, MA NON SOLO)
https://it.linkedin.com/in/paolo-carden%C3%A0-6a610827
IL PARI PEDERASTA E MEGA RICICLA SOLDI NDRANGHETISTISSIMI, ROCCO TRIPODI CRIMINALISSIMA DI HYPO TIROL BANK PARMA..E DI NAZISTA CASA POUND,
http://it.viadeo.com/it/profile/rocco.tripodi
https://www.facebook.com/Rocco-Tripodi-1537588826544365/
CHE INSIEME AL PARI PEDERASTA E MEGA RICICLA SOLDI NDRANGHETISTISSIMI NICOLA VACCARI DI INBITCOIN TRENTO. E' TUTT'UNO CON LA IMMENSAMENTE ASSASSINA COSCA PESCE DI GIOIA TAURO, CHE DA GIOIA TAURO SBARCA TONNELLATE DI COCAINA OGNI MESE
https://it.linkedin.com/in/nicolavaccari
(A LITTLE JOKE.. CHE PERO' E' SCIOCCANTISIMA REALTA', PIU' CHE A LITTLE JOKE: SONO OMOSESSUALI DI TIPO DEPRAVATISSIMO, ROCCO TRIPODI DI HYPO HYPO TIROL BANK PARMA ED IL VERME CRIMINALE NICOLA VACCARI DI INBITCOIN TRENTO.. QUINDI.. PIU' CHE PER LA COSCA DEL LORO AMATISSIMO "PESCE"..PER CHI POTEVANO "TRABAGGHIARI, AAAA"?!?!?)!!!
DI STA TOPAIA FASCIOMAFIOSA FACEVAN PARTE IN PIENO E STRA PIENO, IL PEDERASTA E MEGA RICICLA SOLDI DI STIDDA E COSA NOSTRA, RICCARDO CASATTA DI CRIMINALISSIME ETERNITY WALL E BLOCKCHAINLAB
https://it.linkedin.com/in/riccardocasatta
ED IL, NOTO A LONDRA COME " THE CRIMINAL BEAST", PORCO CRIMINALISSIMO THOMAS BERTANI DI ORACLIZE
https://uk.linkedin.com/in/thomasbertani
UNA DELLE PRINCIPALI LAVATRICI DI CASH KILLER DI MAFIA, CAMORRA, NDRANGHETA, MALAVITE DI MEZZO MONDO NELLA CITY LONDINESE (I DUE PONGONO A DISPOSIZIONE AD ASSASSINI SU ASSASSINI DI TUTTO IL PIANETA TERRA, I MEGA LAVA CASH MAFIOSO SISTEMI BLOCKCHAIN E BITCOIN
http://www.ilsole24ore.com/art/commenti-e-idee/2017-01-24/bitcoin-riciclaggio-invisibile-mafie-e-terrorismo-internazionale-164825.shtml?uuid=AEISiAH
https://www.theguardian.com/technology/2016/jan/20/bitcoin-netherlands-arrests-cars-cash-ecstasy)
PARTE DELLA NAZIGANG E' IN STRA PIENO IL BASTARDO FASCIORAZZISTA E MEGA RICICLA SOLDI MAFIOSI, GIACOMO ZUCCO DI CRIMINALISSIMA BHB-BLOCKCHAINLAB, BLOCKCHAINLABIT, ASSOB.IT E WMO SA PANAMA (OLTRE CHE DI CITATI KU KLUK KLANISTI TEA PARTIES).

ANTONIO BINNI - GRAN MAESTRO - GRAN LOGGIA D'ITALIA ha detto...

3
TRATTASI DI ALTRO CIUCCIA CAZZI MORTI DI SILVIO BERLUSCONI, CHE, PER LO STESSO PEDOFILO SPAPPOLA MAGISTRATI SILVIO BERLUSCONI, MEGA RICICLA SOLDI KILLER DI BEN 7 NDRINE BASATE NEL MILANESE (FRA CUI LA MEGA SANGUINARIA NDRINA DI SANTO PASQUALE MORABITO). COME DELL'EFFERATO KILLER CAMORRISTA SALVATORE POTENZA!
AND THEN AGAIN AND AGAIN AND AGAIN...
FAN PARTE DI QUESTA GANG NAZINDRANGHETISTA, IL PARI PEDERASTA MAURIZIO BARBERO DI TECHNOSKY MONTESETTEPANI
https://it.linkedin.com/in/maurizio-barbero-a521978
(CHE ERA CIO' CHE UNIVA IL BASTARDO HITLERIANO GIULIO OCCHIONERO AD ENAV
http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/01/13/giulio-occhionero-un-cyberspione-che-piu-maldestro-non-si-puo/3312745/
http://www.repubblica.it/cronaca/2017/01/10/news/cyberspionaggio_inchiesta-155753314/
DI CUI, NON PER NIENTE, TECHNOSKY MONTESETTEPANI, SOCIETA' CONTROLLATA DA SERVIZI SEGRETI DI ESTREMA DESTRA, SPESSISSIMO ANCHE ASSASSINI, E' IN PIENO, PARTE).
IL NOTO RICICLA SOLDI MAFIOSI MATTEO PARDU DI CRIMINALISSIMO STUDIO DI COMMERCIALISTI DEL SOLDATO DI LA SPEZIA!
https://it.linkedin.com/in/matteo-pardu-90658820
LA NOTISSIMA PEDOFILA ELISA COGNO DI FRUIMEX SAS ALBA E TORINO.
http://www.impresaitalia.info/mstdb80753147/fruimex-di-cogno-elisa-e-c-sas/alba.aspx
http://jenkins-ci.361315.n4.nabble.com/SBORRATA-TUTTA-NEL-CULO-ELISA-COGNO-FRUIMEX-ALBA-TORINO-BLOGSPOT-TROIA-SATA-N-AZISTA-CHE-DIFFAMA-SUL-td4895643.html
LA NOTISSIMA PEDOFILA, TANTO QUANTO, PIERA CLERICO DI FRUIMEX SAS ALBA E TORINO.
http://jenkins-ci.361315.n4.nabble.com/BASTARDISSIMA-TROIA-PIERA-CLERICO-FRUIMEX-A-CAPO-ANZI-A-quot-KAPO-quot-DI-TANTE-SETTE-SATANISTE-ANZI-td4897000.html
AND THERE WE GO AGAIN AND AGAIN: IL PARI PEDERASTA AZZERA RISPARMI FEDERICO IZZI DETTO ZIO ROMOLO ( MEGA RICICLA CASH MALAVITOSO DEI GIRI LERCI DI MAFIA CAPITALE E DI CAMORRISTI PRESENTI NEL BASSO LAZIO
https://meloniclaudio.wordpress.com/2016/12/30/la-camorra-a-roma-e-nel-lazio/
http://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2016/03/04/blitz-contro-camorra-nel-casertano-nel-basso-lazio-arresti_Ee3CRNYmUmhxiTgmJJK3kI.html ).
IL PARI PEDERASTA E MEGA RICICLA SOLDI MAFIOSI ANDREA SCARSI DI BANCA IFIGEST MILANO
https://it.linkedin.com/in/andrea-scarsi-67a04a9
https://www.yatedo.com/p/Andrea+Scarsi/normal/1849658805458f948a8d95eb518850a4
IN PASSATO PURE A TRAFFICARE IN MONTE PASCHI AL FINE DI EFFETTUARE LA MEGA RUBERIA MASSONICO-NAZIFASCISTA POSTA IN ESSERE DAL PORCO GIUSEPPE MUSSARI
http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/10/01/mps-processo-milano-ex-vertici-giuseppe-mussari-antonio-vigni-e-gianluca-baldassarri/3069322/
FIGLIO DI NOTISSIMO GINECOLOGO SATANISTA E PEDOFILO ALESSANDRO SCARSI DI LATINA, CHE UCCIDEVA BAMBINI PER LEVARGLI ORGANI DA VENDERE, CHE STUPRAVA E FACEVA ABORTIRE PROSITUTE MINORENNI ALBANESI A GOGO E CHE PER TUTTO QUESTO E' FINITO IN GALERA
http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=2285
https://groups.google.com/forum/#!topic/it.hobby.fai-da-te/V_4dMdeCZQA
PER NON PARLARE DEI PRIMA CITATI: NOTA PEDOFILA ANSELMA DEL'OLIO (SPOSATA COL VICE KAPO' E VICE CAPO DEI VERMI PRIMA CITATI: GIULIANO FERRARA). ED IL GIA' ARRESTATO PER AVER STUPRATO BAMBINI DI 11 ANNI, REGISTA BRESCIANO PEDERASTA GIUSEPPE LAZZARI!!!
http://milano.repubblica.it/cronaca/2016/08/09/news/pedofilia-145677361/
NON PER NIENTE... FRA ANSELMA DELL'OLIO E GIUSEPPE LAZZARI, VI FURONO MOLTE SLINGUATE "PEDOFILESCO-MEDIATICHE", NEGLI ULTIMI ANNI, TIPO QUESTA
http://video.corriere.it/sesso-11enne-arrestato-regista-giuseppe-lazzari-l-intervista-rai/4287e44c-5e41-11e6-bfed-33aa6b5e1635
MA ORA... COME CANTAVA LA GRANDISSIMA LYNN COLLINS, PRODOTTA DALL'ANCORA PIU' GRANDE JAMES BROWN...
"AGAIN AND AGAIN AND AGAIN"!!!
https://www.youtube.com/watch?v=wB5KgOXHcxc
NASCONDETE I VOSTRI FIGLI, PLEASE, DA NOTO AVVOCATO PEDOFIL-O-MOSESSUALE DANIELE MINOTTI (FACEBOOK)!

ANTONIO BINNI - GRAN MAESTRO - GRAN LOGGIA D'ITALIA ha detto...

4
NOTISSIMO AVVOCATO PEDERASTA INCULA BAMBINI DANIELE MINOTTI DI RAPALLO E GENOVA (DA ANNI ED ANNI ISCRITTO PRESSO GLI ANIMALI PAZZI CHE STUPRANO ADOLESCENTI E BIMBI, OSSIA I PORCI DEPRAVATISSIMI DI " ORGOGLIO PEDOFILO" https://en.wikipedia.org/wiki/North_American_Man/Boy_Love_Association)!
E' SUA LA SETTA DI SATANISTI STUPRA BIMBI CON DENTRO IL REGISTA, PURE PEDOFILO, GIUSEPPE LAZZARI (ARRESTATO), LA NOTA PEDOFILA TANTO QUANTO, ANSELMA DELL'OLIO ( CHE, COME AVETE VISTO E RI VEDRETE IN UN VIDEO QUI A SEGUITO, DA' DEL GENIO, DA' DEL FENOMENO, DI CONTINUO, AL SUO COMPARE DI ORGE SODOMIZZA RAGAZZINI: GIUSEPPE LAZZARI).
ED IL, NOTORIAMENTE, DA SEMPRE PEDOFIL-O-MOSESSUALE GIULIANO FERRARA! COME IL PEDERASTA AFFILIATO A COSA NOSTRA, IL VISCIDO VERME CLAUDIO CERASA, NATO A PALERMO IL 7.5.1982, PARTE DELLA FAMIGLIA MEGASSASSINA CIMINNA DI CACCAMO. E PROPRIO IN QUANTO PARTE DI COSA NOSTRA E DA VARI ANNI, POSTO DAI, DA SEMPRE EDITORI MAFIOSI UBER ALLES, SILVIO BERLUSCONI E GIULIANO FERRARA, IN GOPPA AL FOGLIO (DA USARE SEMPRE E SOLO QUANDO FINISCE LA CARTA IGIENICA, MA CON ACCORTEZZA, PLEASE: E' UN FOGLIO INFETTATO DA CRIMINI DI OGNI, NON SOLO MEDIATICI, NON SOLO FRUTTO DELLE PIU' DELINQUENZIALI FAKE NEWS, MA ANCHE CRIMINI ASSASSINI, TERRORISTICI DI ESTREMA DESTRA, NAZIFASCISTI, MAFIOSI, CAMORRISTI, NDRANGHETISTI)!
SI, E' PROPRIO TUTTO COSI':
LO HANNO BECCATO UN'ALTRA VOLTA A STO SCHIFOSO SATANISTA, ANZI, A STO SCHIFOSO SATA-N-AZISTA PEDOFIL-O-MOSESSUALE DI DANIELE MINOTTI, AVVOCATO CRIMINALISSIMO DI RAPALLO E GENOVA ( GIA' AI TEMPI A FARE ORGE PEDOFIL-O-MOSESSUALI CON DON RICCARDO SEPPIA
http://grokbase.com/t/python/python-list/148jckyh1w/avvocato-pedofilomosessuale-ed-assassino-daniele-minotti-facebook-oltre-che-nazi-megalava-euro-mafiosi-e-come-detto-mandante-di-omicidi-o-suicidate-stalker-di-eroe-civile-michele-nista-su-ordine-di-tiranno-fasciocamorrista-silvio-berlusconi

STUDIO DI CRIMINALISSIMO PEDERASTA DANIELE MINOTTI
Sede di Rapallo (GE)
Via della Libertà, 4/10 – 16035 RAPALLO (GE)
Tel. +39 0185 57880
Sede di Genova
Via XX Settembre 3/13 16121 – GENOVA)
CHE EFFETTUA ANCHE, DA SEMPRE, TANTO RICICLAGGIO DI CASH MAFIOSO, COME PURE ROVINA O TERMINA LA VITA DI GENTE PER BENISSIMO. ATTRAVERSO COMPLOTTI MASSO-N-AZIFASCISTI, OSSIA, DI LOGGE SATANICHE DI ESTREMA DESTRA. MA ANCHE ORDINANDO OMICIDI! STO VERME SCHIFOSO DI DANIELE MINOTTI FACEVA PARTE DI UNA SETTA DI PEDERASTA BERLUSCONICCHI!
IL CUI CAPO-KAPO' E' OVVIAMENTE LO SBAUSCIA TROIE BAMBINE MAROCCHINE, NONCHE' SPAPPOLA MAGISTRATI, PEDOFILO NUMERO UNO AL MONDO: SILVIO BERLUSCONI! SUO CAROGNESCO MANDANTE DI MILLE CRIMINALITA' E STALKING VIA WEB! ASSOLUTA METASTASI ASSASSINA E MONDIALE DI DEMOCRAZIA E GIUSTIZIA!
http://www.huffingtonpost.it/2015/03/26/intervista-gianni-boncompagni_n_6945522.html
http://www.cappittomihai.com/tag/pedofilo/
http://www.ibtimes.co.uk/silvio-berlusconi-paid-10m-bribes-bunga-bunga-girls-paedophile-prostitution-trial-1508692
http://www.magicrules.pw/2013/Jul/18/16000.html
SEGUITO A RUOTA DAL MEGA SACCO STRA COLMO DI ESCREMENTI, NOTISSIMO PEDOFIL-O-MOSESSUALE TANTO QUANTO, GIULIANO FERRARA (LUI STESSO CONSIGLIA IL FARSI SODOMIZZARE, QUI
http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/giuliano-ferrara-omosessualita-giochetto-consiglio-contro-natura-1483446/
GIULIANO FERRARA E' DA SEMPRE UN PPP..PPP PUZZONE PORCO PERVERTITO PEDOFILO PEDERASTA PIDUISTONE PAZZO CHE AMA PARTECIPARE AD ORGE OMOSESSUALI A GO GO.. QUESTE FOTO E QUESTO LIBRO LO STRA CHIARISCONO
http://cdn-static.dagospia.com/img/patch/archivio/d0/ferrara_nudo_Visto_exc.jpg
https://www.ibs.it/arcitaliano-ferrara-giuliano-biografia-di-libro-pino-nicotri/e/9788879531337 ).

ANTONIO BINNI - GRAN MAESTRO - GRAN LOGGIA D'ITALIA ha detto...

5
RI SEGUITO A RUOTA DAL NOTO FIGLIO DI PUTTANA CALUDIO CERASA (TWITTER & IL FOGLIO.. DA USARE SOLO E SEMPRE PER PULIRSI IL CULO QUANDO FINISCE LA CARTA GIENICA, BUT BIG BIG & STRA BIG OCHO: E' INFETTATO DI MAFIA, P2 E NAZISMO). NATO A PALERMO. MASSONE CRIMINALISSIMO PARTE DI COSA NOSTRA: FAMIGLIA CIMINNA, MANDAMENTO DI CACCAMO.
http://jenkins-ci.361315.n4.nabble.com/PEDOFILO-CIUCCIA-CAZZI-CLAUDIO-CERASA-TWITTER-E-IL-FOGLIO-DA-USARE-PER-PULIRSI-IL-CULO-SE-FINISCE-LA-td4896516.html
SATANAZISTI PEDOFILI DANIELE MINOTTI, GIULIANO FERRARA, CLAUDIO CERASA... ED IL GIA' TRE VOLTE IN GALERA PAOLO BARRAI, NATO A MILANO IL 28.6.1965, DI CRIMINALISSIMA BIGBIT, CRIMINALISSIMA BLOCKCHAIN INVEST, CRIMINALISSIMA WORLD MAN OPPORTUNITES LUGANO, CRIMINALISSIMA WMO SAGL LUGANO, CRIMINALISSIMA WMO SA PANAMA, CRIMINALISSIMA BSI ITALIA SRL DI VIA SOCRATE 26 MILANO E CRIMINALISSIMO BLOG MERCATO LIBERO ALIAS “MERDATO” LIBERO. DI CUI TROVATE "NON POCHE" NOTIZIE ( CHE PRESTO SARANNO AMPLIATE ALL'INFINITO) QUI https://it-it.facebook.com/public/Truffati-Da-Paolo-Barrai ).
PARTE DELLA SETTA INCULA BAMBINI SU BAMBINI ERA IN PIENO ANCHE L' APPENA ARRESTATO PER PEDOFILIA, REGISTA BRESCIANO GIUSEPPE LAZZARI ( PEDOFILO E NON PER NIENTE, DA SEMPRE BERLUSCONIANISSIMO..OO CHE CASO, OO)!
http://www.bresciaoggi.it/territori/citt%C3%A0/abusi-su-un-undicenne-arrestato-lazzari-1.5058394
http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/i-poliziotti-lazzari-minacciava-la-madre-del-ragazzino-1.3110508
CHE QUI SLINGUA IDEOLOGICAMENTE E MEDIATICAMENTE, CON LA PARIMENTI STUPRA BIMBI E STUPRA BIMBE, DA SEMPRE PARI PEDOFILA ANSELMA DELL'OLIO. CHE, NON PER NIENTE, NEL VIDEO CHE QUI SEGUE, DA' ALL'ACCERTATO PEDERASTA GIUSEPPE LAZZARI, DEL GENIO E FENOMENO, A GO GO (ULLALA' CHE COINCIDENZUZZA BEDDA, ULLALA')!
http://video.corriere.it/sesso-11enne-arrestato-regista-giuseppe-lazzari-l-intervista-rai/4287e44c-5e41-11e6-bfed-33aa6b5e1635
OVVIAMENTE, IN QUANTO PARTE DELLA STESSA SETTA SATANISTA E PEDOFILESCA DI SILVIO BERLUSCONI, GIULIANO FERRARA, CLAUDIO CERASA, GIA' 3 VOLTE IN GALERA PAOLO BARRAI ED IL CITATO NOTO AVVOCATO PEDERASTA SODOMIZZA BAMBINI: DANIELE MINOTTI DI GENOVA E RAPALLO. PURE AGENTE SEGRETO IN COPERTO, DI TIPO ASSASSINO. SI, ASSASSINO, PER OVRA E GESTAPO PUBBLICHE E PRIVATE DI SILVIO BERLUSCONI!
VOLETE ALTRE PROVE ED INIDIZI? IAMM BELL, IA'....GUARDATE QUESTI LINKS CHE SEGUONO, PLEASE..GUARDATE COME STO PEDERASTA INCULA BAMBINI DI DANIELE MINOTTI SEMPRE DIFENDA SUOI DEPRAVATI "COLLEGHI", OSSIA VOMITEVOLI PEDOFILI COME LUI! O COME DIFENDA STUPRATORI SESSUALI! O IL FARE SESSO CON POCO PIU' CHE BAMBINI, IN GENERALE!
http://www.lettera43.it/cronaca/adescava-minorenni-sul-web-miltare-a-processo_43675123449.htm
http://genova.repubblica.it/cronaca/2014/02/26/news/sesso_virtuale_in_cambio_di_soldi_per_videogame-79717213/
http://www.primocanale.it/notizie/accusato-di-adescare-minori-su-web-condanna-4-anni-e-4-mesi-142040.html
http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2008/08/14/ALZmws0B-denuncio_badante_sgozzata.shtml
http://www.ansa.it/liguria/notizie/2014/06/20/adescava-minori-sul-web-condannato_36c57304-90aa-4c7f-8463-c7d610ed10dd.html
http://iltirreno.gelocal.it/massa/cronaca/2013/04/19/news/casolare-a-luci-rosse-il-pm-7-anni-e-mezzo-all-ex-dipendente-nca-1.6917147
E QUI A SEGUITO, LEGGETE, SEMPRE, PLEASE, LA TESTIMONIANZA DI STEFAN CUMESCU! CHE APPENA A 14 ANNI FU PRIMA DROGATO, POI STUPRATO, POI SODOMIZZATO A SANGUE, POI SODOMIZZATO QUASI A MORTE, DAL BASTARDO NAZIPEDERASTA DANIELE MINOTTI, MASSONE NEO PIDUISTA, AVVOCATO INCULA RAGAZZINI, AVVOCATO INCULA BAMBINI, COME COSI' AVVOCATO DI MAFIOSI ASSASSINI E/O CRIMINALI DI OGNI....
http://www.nyg-forum.xyz/2014/Oct/26/357297.html
http://www.macportables.pw/2014/Oct/07/43480.html ).

ANTONIO BINNI - GRAN MAESTRO - GRAN LOGGIA D'ITALIA ha detto...

6
LEGGETE PURE QUESTI ALTRI VARI TESTI CHE CHIARISCONO QUANTO IL REPELLENTE PEDOFILO INCULA BAMBINI, DANIELE MINOTTI STESSO, DA SEMPRE, RICICLI PURE SOLDI ASSASSINI DI COSA NOSTRA, CAMORRA E NDRANGHETA! A GO GO!!
https://lists.gt.net/python/python/1270814
http://grokbase.com/t/python/python-list/148jckyh1w/avvocato-pedofilomosessuale-ed-assassino-daniele-minotti-facebook-oltre-che-nazi-megalava-euro-mafiosi-e-come-detto-mandante-di-omicidi-o-suicidate-stalker-di-eroe-civile-michele-nista-su-ordine-di-tiranno-fasciocamorrista-silvio-berlusconi
http://www.perl-tk.pw/2014/Sep/19/12201.html
http://www.hardwaresystems.pw/2014/Sep/17/5.html
http://jenkins-ci.361315.n4.nabble.com/FIGLIO-DI-PUTTANA-DANIELE-MINOTTI-AVVOCATO-PEDOFILO-DI-RAPALLO-PURE-SU-FACEBOOK-NAZI-LAVA-CASH-MAFIO-td4896126.html
http://jenkins-ci.361315.n4.nabble.com/FIGLIO-DI-PUTTANAZZA-DANIELE-MINOTTI-AVVOCATO-PEDOFILO-DI-RAPALLO-SU-FACEBOOK-LAVA-CASH-MAFIOSO-NAZI-td4896381.html
A VOI IL TESTO PRIMA CITATO, DEL 2014, DEL GRANDISSIMO STEFAN CUMESCU, NARCOTIZZATO E POI INCULATO A SANGUE, QUASI INCULATO A MORTE, DAL MASSONE NAZIFASCISTA E FILO MAFIOSO, NONCHE' VERMINOSO PEDOFILO DANIELE MINOTTI, AVVOCATO DI RAPALLO E GENOVA! TESTO, CHE COME PRIMA CITATO, POTETE TROVARE ANCHE QUI:
http://www.nyg-forum.xyz/2014/Oct/26/357297.html
http://www.macportables.pw/2014/Oct/07/43480.html
( I POSTS DI STEFAN CUMESCU, DI CUI ERA STRA COLMA LA RETE, SONO QUASI STATI FATTI TUTTI CANCELLARE DALL'ASSASSINO NAZISTA MAFIOSO PEDOFILO DANIELE MINOTTI... OVVIO, HA LA COSCIENZA LERCIA, SE LA FA SOTTO A PROPOSITO CHE LA SUA PERVERTITISSIMA, ASSASSINA REALTA', POSSA VENIRE A GALLA..LA FAREMO VENIRE E STRA VENIRE A GALLA NOI.. MEGLIO MORTI CHE ARRESI Y DE STRA VERDAAAD!!!)!!!!!!

Ciao tuti e scusate de mio italiano. Io sono rumeno e non me nascondo: me chiamo Stefan Cumescu e sono stato sodomizzato con violenza da avvocato assassino e pederasta Daniele Minotti di Rapallo e Genova, esatamente nel estate 2009! Infati, io ora tengo 19 anni. Quindi, 5 anni e pasa fa tenevo 14 anni. E bene, 5 anni fa avvocato di giri nazifascisti misti a Cosa Nostra, Camorra, Ndrangheta, Daniele Minotti di Rapallo e Ganova, mi diede tre grammi di cocaina da vendere misti a qualcosa che te fa perdere sensi... mi fece svenire apposta e mentre ero mas di morto che vivo, me sodomizzo'. Vi era anche pancione pieno di merda Giuliano Ferrara de Il Foglio a guardare, ridere, cercare de masturbarse invano esendo noto impotente da sempre.
Vi era anche il banchiere schifosamente pedofilo Gabriele Silvagni di Banca Carim Rimini, e sua moglie, notia prostituta, tante quanto pedofila Raffaella Vaccari, sempre de Rimini. Il filio de putana avvocato Daniele Minotti, criminalissimo avvocato di Rapallo e Genova me sodomizzo' insieme ad altri sei di suoi giri fascisti e mafiosi. Ho anche prove di tuto questo. Io, ora, Stefan Cumescu di Genova, quartiere Caruggi, facio il muratore, basta droga, basta prostituirsi (como doveti de fare a seguito di questo stupro, per poter rimanere vivo, per non venire amazato, e doveti de prostituirmi proprie su ordine de Mafia Berlusconiana e Fascismo Berlusconiano, a Genova, rapresentati da questo bastardo sodomizza bambini de avvocato Daniele Minotti). Guadanio un decimo di quanto guadaniavo prima e lavoro il triplo di quanto prima. Ma preferisco di questo, sento la mia vita uno poco di maggiore securo. Ma avvocato di Hitler, Vallanzasca e Satana, avvocato filio de putana di Silvio Berlusconi e Giuliano Ferrara, nazista e mafioso pederasta Daniele Minotti di Genova e Rapallo, davvero fa parte di setta di maniaci sessuali omosessuali molto pericolosi. Ciao. Stefan Cumescu da Romania.